Per sostenere la promozione e la preparazione culturale della donna  in Burundi

Il Burundi, dove le suore dorotee sono arrivate nel 1967, è un piccolo Paese situato nel cuore dell’Africa, nella Regione dei Grandi Laghi. Tristemente famoso per le lotte tribali interne, che negli ultimi 50 anni hanno fortemente segnato il Paese, da qualche anno ormai sta tentando di percorrere cammini di riconciliazione.
Purtroppo il clima di insicurezza e di guerra che è perdurato per anni in questo Paese ha lasciato tracce enormi ed umilianti di miseria e di sottosviluppo, soprattutto per le popolazioni rurali allargando il fossato che già esisteva tra i pochi ricchi-istruiti e i moltissimi poveri, condannati all’ignoranza e alla miseria.
Da allora, le suore dorotee sono più che mai impegnate nell’educazione della donna. 
Nel 1998, le Suore, col contributo del cardinal Esilio Tonini e di altri benefattori, hanno dato il via a una Scuola Pedagogica (l’École Normale de Rukago), in risposta ai gravi problemi e bisogni della gioventù del posto, obbligata ad andare altrove per avere la scuola superiore.
L’obiettivo specifico era soprattutto quello di favorire, in modo mirato, la formazione e promozione della donna, dedita soprattutto ai lavori dei campi e della casa.
I primi anni la Scuola Pedagogica era frequentata esclusivamente da ragazzi, per i quali non esisteva alcun problema di alloggio. Senza difficoltà potevano alloggiare presso delle famiglie o in gruppo in una casetta presa in affitto.
Con il passare degli anni però, grazie anche alla sensibilizzazione delle suore del posto, è aumentato il numero delle ragazze che si iscrivono alla Scuola Pedagogica. La necessità di un alloggio per queste giovani allieve, che vengono spesso da molto lontano, è un vero problema, per i rischi a cui le giovani stesse sono esposte quando alloggiano in casa altrui.
Una suora dorotea, coadiuvata da  educatrici laiche (le Cooperatrici dell’Opera di S. Dorotea), è responsabile del buon funzionamento del Pensionato. Ogni ragazza provvede a procurarsi il necessario per il vitto; la preparazione del cibo è fatta in gruppo, con la collaborazione e la partecipazione di tutte.

Obiettivi del Progetto “Pensionato Studentesco Casa Santa Dorotea”:

offrire un alloggio a una sessantina di allieve, tra le più povere della regione .

sostenere e favorire gli studi delle ragazze di famiglie povere che vivono in zone rurali,

fornire un pasto completo alle giovani che risiedono nel Pensionato studentesco e frequentano l’Ecole Normal per diventare Maestre.

garantire, assieme allo studio, la possibilità di una formazione igienico sanitaria e di educazione domestica attraverso proposte specifiche collaborando alla gestione della casa nelle diverse attività.

 

Desideri contribuire a questo progetto?

Paypal o Carta di Credito

Dona con Paypal o Carta di Credito in totale sicurezza:

Bonifico Bancario

Ecco i dati per il bonifico:
Fondazione MSD.VE onlus
Banca UniCredit
IBAN:  IT 37 Y 02008 12117 000105387671
BIC/SWIFT:  UNCRITM142Y
Causale: Progetto Pensionato studentesco “Casa S. Dorotea”

5 x 1000

Desideri donare il tuo 5 x 1000 alla nostra Fondazione?
Trovi tutte le informazioni alla pagina Dona Ora

Torna su